Condividi o stampa questa pagina  

Sono appena rientrato dalle ferie estive: due settimane in cui ho completamente stoppato la mia attività di blogging e di consulenza ed in cui ho rimandato al rientro i lavori in corso. Ci sta, perché la vita non è solo lavoro, ma anche relax e divertimento. Ma durante questi giorni, da buon imprenditore, non ho smesso mai di tenermi aggiornato, di seguire i social a caccia di novità, notizie e spunti interessanti, e di scrivere su Quora (se non sai cos’è, leggi qui). E soprattutto di dedicarmi alla lettura: per la cronaca ho divorato 4 libri (se vuoi conoscerne i titoli, chiedi pure!).

In questo periodo, inoltre, ho avuto modo di entrare in contatto con un collega consulente, che in realtà preferisce farsi, a ragione, chiamare “imprenditore”, che mesi fa ha realizzato e lanciato un nuovo “percorso” (cioè un corso online guidato con approccio passo-passo) dedicato agli imprenditori che desiderano avviare da zero un’azienda, o un ramo di azienda, in modo “liquido”. Ma cos’è un business liquido? Eccone la definizione sintetica:

Un business liquido è un business senza costi fissi ma variabili (totalmente o in buona parte). Inoltre è scalabile, cioè può crescere in modo veloce e senza limiti.

Il nome del creatore del percorso è Lorenzo Ait: un professionista che, dopo alcune ricerche, ho scoperto non essere affatto l’ultimo arrivato bensì un esperto di marketing che ha scritto diversi libri sul business e sul mondo del lavoro, con partecipazioni, tra l’altro, a svariati programmi tv nazionali, in Rai e su Sky.

Tornando al percorso, il cui nome è invece Liquid Business Formula, mi ha molto colpito che lo avesse usato per lanciare una nuova azienda (facendone la principale case-history) che è riuscita, proprio grazie a questo approccio, ad incassare più di un milione di euro a fronte di un investimento minimo, e tutto questo in poco più di un anno.

Siccome sono sempre stato allergico ai metodi che promettono di diventare ricchi sbandierando risultati pazzeschi in poco tempo, inizialmente credevo di avere a che fare con la classica mezza fuffa, se non ad una fuffa vera e propria. Ma mi sono dovuto ricredere: un “sistema” per fare soldi esiste veramente, a condizione di “replicarlo”, come dice Ait nei suoi video, “pedissequamente”.

Ora, capiamoci: non è che mi sono ammattito e sto parlandoti di una “macchina per guadagnare soldi facili e veloci”. Te ne sto parlando perché ho trovato davvero innovativa in questo percorso la sua estrema semplicità ed eticità, ed inoltre la chiarezza di esposizione dei passi da compiere, anche per un’imprenditore in erba, per diventare un imprenditore di successo. Appunto, applicando punto per punto (ed anche sgobbando parecchio!) ma in modo preciso, i punti trattati, trovo che la probabilità di successo possano realmente avvicinarsi al 100%.

Ricominciando quindi a sentire “profumo di pulito”, ho deciso allora di acquistare il corso (ad un prezzo che, assicuro, corrisponde a molto, ma molto meno del suo reale valore), e dopo essermelo sparato in pochi giorni, devo dire di non essermene pentito affatto! E ciò nonostante il sottoscritto si occupi da 20 anni di web e da 15 come consulente autonomo!

A me, visto appunto le mie qualifiche, non ha regalato chissà quali nuove informazioni, eppure mi è piaciuto tantissimo lo stesso. Come detto, il modo in cui queste informazioni sono state ordinate, è fantastico: si parte infatti dalle basi del fare branding, fino ad arrivare al mantenimento ed accrescimento del business. Si spiega anche come trovare i soldi per partire, che non è cosa da poco!

Non posso rivelare altro: posso solo ripetere che per chi vuole avviare una nuova impresa, oppure crearne una “parallela” alla propria, l’acquisto è dovuto!

La mia valutazione

Semplicità
Etica
Efficacia
Completezza
Anche se alla voce etica do 4 stelline su 5, puoi però superare la tua iniziale reticenza (si proclama di aver prodotto più di un milione di euro in 15 mesi). E' un corso comunque serio e dal costo irrisorio considerando l'enorme valore formativo che trasferisce. Liquid Business Formula è un sistema che sfrutta il funnel marketing a tuo vantaggio. E' totalmente personalizzabile, com'è giusto che sia, fornendo un modello di business che funziona ed a cui ispirarsi: non è poco!

Pensandoci bene, Liquid Business Formula è un percorso che, in teoria, potrebbe anche sostituire il ruolo stesso di consulente di web marketing, perché i più in gamba tra gli imprenditori potrebbero applicare da soli ed uno ad uno, passo passo, le 26 lezioni + vari bonus di cui si compone, per sviluppare il loro business liquido. In realtà, ed è il motivo per cui sono certo che promuovendolo non mi sto affatto dando la zappa sui piedi, occorre dire che occorre comunque appoggiarsi ad un’agenzia o ad un consulente, perché non è possibile fare proprio tutto da soli (lo stesso Ait lo consiglia caldamente).

Eppure qualsiasi imprenditore dovrebbe seguirlo quel corso, perché riesce a farlo immergere pienamente, grazie ad un linguaggio sequenziale, semplice e colloquiale ed allo splendido modo di porsi di Lorenzo (che da imprenditore sa cosa significa, a differenza di molti consulenti tanta teoria e poca pratica, sviluppare un’azienda potenzialmente di successo).

Che altro dire: un grosso in bocca al lupo a Lorenzo Ait e al suo Liquid Business Formula. E’ un corso che non cozza, a mio parere, assolutamente con i miei servizi consulenziali, anzi!

Se deciderai di frequentare questo superbo corso online, non potrò che esserne felice, perché so che certamente potrai, se lo vorrai, continuare a lasciarti consigliare da me sulle migliori strategie per fare business e se deciderai di avviare anche tu un business liquido, a fornirti i migliori servizi per attuarlo (a cominciare dai miei servizi di personal branding, di cui, a quanto pare, qualcosina capisco… ).

Per approfondimenti e per acquistare il corso: Liquid Business Formula

 


🙂 Domande? Contattami su questa pagina

😉 Commenti? Parliamone sui Social Network! ↓

Condividi o stampa questa pagina  
lavorare al sud
Articolo precedente

Meridionale, diplomato e disoccupato? Sette passi per lavorare (bene) al Sud senza dovere emigrare

Articolo Successivo

I sei principi di persuasione di Cialdini: le basi di psicologia per convincere i tuoi clienti (parte 1 di 2)

Leonardo Cascio

Leonardo Cascio

Per anni web developer e graphic designer, oggi esperto di marketing e comunicazione digitale. Lavoro professionalmente dal 1998 e dal 2002 come owner della media agency siciliana LCM Your Global Partner.